Posted By admin
Montiamo le luci LED: scegliere gli alimentatori

LED: Diodi a emissione di luce (light-emitting Diode). Basati su diodi semiconduttori, i LED sono costruiti in modo da emettere luce quando, ricevendo energia, i loro eletttoni si riallineano, per un effetto detto di elettroluminescenza.
O, se preferite:
LED: uno dei tipi di illuminazione con la maggior rapidità di diffusione e la più alta popolarità degli ultimi anni.

La seconda definizione non è tecnica, ma di certo è più facilmente comprensibile. E la ragione di tanta diffusione dei LED è sicuramente legata alle loro prestazioni: un consumo energetico più contenuto, una vita utile più lunga, una maggior robustezza, dimensioni più ridotte, e un’accensione più veloce rispetto alle tecnologie di illuminazione tradizionali ne fanno uno strumento molto appetibile per le più varie applicazioni. A tutti questi va aggiunta l’efficienza nettamente superiore dei LED per l’illuminazione, che hanno una bassissima dissipazione sotto forma di calore e quindi convertono in luce quasi tutta l’energia ricevuta.

Naturalmente non manca un punto debole, come in qualsiasi prodotto: e infatti i LED sono costosi – almeno per quanto riguarda l’investimento iniziale – e inoltre sono sensibilissimi alla temperatura e agli sbalzi di corrente, il che richiede di utilizzare appositi alimentatori per LED per proteggerli anche dalla minima irregolarità del flusso di energia, e per fornire loro il voltaggio superiore e la corrente inferiore che richiedono. Oltre infatti ad essere elementi essenziali nel ridurre i consumi, e quindi i costi operativi, di questo tipo di illuminazione, gli alimentatori per LED fanno sì che non possa accadere che una corrente eccessiva passi nel diodo e lo bruci. Inoltre, questi alimentatori dispongono di funzioni di dimming incorporate, che permettono di regolare in modo continuo l’intensità luminosa.

Per queste ragioni, nel decidere di installare un impianto a LED, la scelta degli alimentatori va condotta con estrema attenzione, su misura per le necessità specifiche, e anche investendo il denaro necessario per dei modelli di qualità; utilizzare ottimi materiali, e assicurarsi che gli alimentatori siano protetti dal surriscaldamento e dall’umidità, farà fruttare al meglio il nostro investimento, e ci darà la sicurezza di una resa lunga ed efficiente!