Posted By admin
Volete aprire una gelateria? Ecco come si fa

Siete stufi di stare dietro ad una scrivania? Vorreste fare un investimento per aiutare i vostri figli, che faticano ad inserirsi su un mercato del lavoro sempre più difficile, a trovare una loro collocazione lavorativa? Per tanti di noi avere un lavoro che coinvolga le mani oltre alla testa, che permetta un contatto continuo con le persone, e che ci renda capi di noi stessi, è un sogno: ma oggi è anche una scelta possibile, prendendo la decisione di aprire una gelateria artigianale, che potrà offrirci queste, e tante altre soddisfazioni.

Naturalmente, come qualunque attività, anche questa richiede di fare delle considerazioni preliminari sull’investimento, i profitti possibili, la formazione professionale e i dettagli del punto vendita: ecco qualche consiglio.

Partiamo da un punto essenziale: per fare il gelataio occorre una seria e completa preparazione professionale. Fare il gelato non è semplice, e occorrono conoscenze specifiche sia sulle tecniche per preparare il gelato, sia su quali siano gli ingredienti e i macchinari necessari, sia su come promuovere la propria attività per trovare della clientela: Con il livello medio eccellente della concorrenza presente nel nostro Paese, dove c’è una straordinaria tradizione di gelati, fare un ottimo gelato è necessario, ma ahimè decisamente non è sufficiente. Ma anche dopo aver acquisito la formazione necessaria, siamo solo all’inizio.

Oltre al lato artigianale, infatti, una gelateria ha un importante aspetto imprenditoriale; per farla funzionare non basta competenza, ma servono anche considerazioni economiche precise, o in breve un serio business plan. Dovremo considerare le spese necessarie, dai costi del locale (affitto o mutuo) e dei macchinari, a quelli delle attrezzature consumabili e degli ingredienti, all’eventuale costo della manodopera, e includere naturalmente anche i costi vivi industriali, come i consumi d’acqua e di elettricità. Ci servirà per pianificare l’attività, ma non scordiamo che sarà anche essenziale per discutere di un qualsiasi finanziamento iniziale con la propria banca.

Fatte queste operazioni preliminari, arriva davvero il momento di rimboccarsi le maniche e buttarsi. Buon lavoro!