Posted By admin
Zeppole sarde: la ricetta delle zippulas soffici e golose

Zeppole sarde: la ricetta delle zippulas soffici e golose

Facile 50min Per 10 persone

ingredienti

  • Farina 00 500 gr • 79 kcal
  • Latte 250 gr • 21 kcal
  • Buccia grattugiata di limone 1
  • Buccia grattugiata di arancia 1
  • Succo di arancia 1
  • Acquavite 1 cucchiaio
  • Uova 3 • 750 kcal
  • Lievito di birra secco 4 gr
  • Zafferano 1 bustina • 310 kcal
  • Olio di semi 800 gr • 750 kcal
  • Zucchero semolato q.b. per cospargere

Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le zeppole sarde o zippulas sono dei tipici dolci che si preparano nel periodo di Carnevale in Sardegna. Si tratta di frittelle dolci aromatizzate allo zafferano, che possono avere la forma di ciambelle o di spirali: in quest’ultimo caso, si realizzano versando l’impasto fluido direttamente nell’olio attraverso un imbuto. Se ne distinguono due varianti principali: le zeppole sarde senza patate, e una versione che prevede l’utilizzo di patate lesse, schiacciate e unite all’impasto. Per la preparazione delle zeppole sarde è consigliato l’uso della planetaria o di un’impastatrice, in quanto l’impasto deve essere lavorato bene e a lungo. Ecco allora come preparare queste ciambelle soffici e golose.

Come preparare le zeppole sarde

In una planetaria inserite la farina setacciata, il lievito di birra disidratato, lo zafferano in polvere, la scorza grattugiata di limone, la scorza grattugiata e il succo di arancia, l’acquavite e le uova leggermente sbattute. Azionate la planetaria munita di foglia e versate il latte a filo. Lavorate a velocità media per circa 5 minuti: l’impasto sarà appiccicoso e idratato. Versatelo poi in una ciotola, coprite con pellicola trasparente e fate lievitare per almeno 3 ore, o fino a quando l’impasto non avrà raddoppiato il suo volume. Trascorso il tempo necessario formate le zeppole dall’impasto: con le mani inumidite di acqua prendete un pezzetto di impasto e realizzate una piccola ciambella con il buco ampio oppure versate l’impasto in un imbuto per realizzare la forma a spirale. Immergete la zeppola nell’olio bollente e lasciatela cuocere fino a doratura. Sollevatela poi con una schiumarola e adagiatela su un piatto ricoperto con carta da cucina. Friggete così il resto delle zeppole sarde, fino a terminare l’impasto. Passate le zeppole nello zucchero semolato e servitele ben calde.

Consigli

Al posto del lievito di birra disidratato potete utilizzare il lievito di birra fresco: fatelo sciogliere in acqua tiepida e aggiungetelo poi alla farina.

Potete sostituire l’acquavite con la grappa, l’anice, la sambuca, il maraschino o con il vino bianco.

Chi preferisce potrà friggere le zeppole nello strutto. Evitate invece l’olio di oliva, che potrebbe cambiare il sapore delle vostre zeppole sarde.

Conservazione

Potete conservare le zeppole sarde per 1 giorno al massimo sotto una campana di vetro.

Fonte: Zeppole sarde: la ricetta delle zippulas soffici e golose